Imparare dai propri sbagli, legge di Pareto

Ti sei mai preso del tempo per imparare a gestire il tempo?

Avrai forse già intrapreso un percorso per organizzarti meglio le giornate ed avrai constatato che la maggior parte delle azioni quotidiane ha un impatto limitato, mentre basterebbero  2 piccole azioni per fare la differenza con impatto significativo.

istantanea_2016-11-25_12-21-21 E’ la legge Pareto: “ l’80% dell’output totale viene generato dal 20% dell’input “.

Per qualsiasi cosa tu debba fare, il Principio di Pareto ti dice che esistono delle attività più importanti ed altre secondarie. Ti faccio un esempio pratico. Metti caso che tu debba studiare un libro per l’esame. Diciamo che per studiare tutto il libro a memoria e prendere 30 e lode con standing ovation e inchino del rettore (100% del risultato, o output) ti servano 500 ore di studio. Se il Principio di Pareto non esistesse e la crescita del voto fosse lineare per ogni ora di studio, allora dovresti studiare 16 ore per ogni punto nel voto (500 diviso 30). Quindi, per prendere un 18, dovresti studiare 288 ore (16 per 18).

Ma non funziona così. Se ti accontenti del 18 dovrai studiare meno di 288 ore, perché ti basterà apprendere i concetti di base senza memorizzare parola per parola il libro di testo. Magari dovrai studiarne 144 di ore, la metà. Questo è il Principio di Pareto in azione: più vuoi fare le cose “per bene”, più l’efficienza cala. E la mole di studio che passa fra un 28 e un 30 è molto, molto maggiore di quella che c’è fra un 18 e un 20.

Facciamo un altro esempio? E facciamo un altro esempio.

Metti che vuoi correre una maratona. Se vuoi correrla in 4 ore, hai bisogno di un certo livello di allenamento. Diciamo 150 ore. Se vuoi correrla in 3 ore e 45 minuti, magari ti servono 200 ore di allenamento. Ma se vuoi passare da 3 ore e 45 a 3 ore e mezza non devi allenarti 250 ore, magari sono 270: più cerchi di migliorare le prestazione, più ogni incremento è faticoso.

Se hai un’attività tua, allora sappi che il Principio di Pareto vale anche per il business: l’80% del tuo utile deriva dal 20% delle attività che porti avanti. Quindi se ti concentri su quel 20% e lasci perdere l’80%, guadagnerai di più lavorando di meno. E ti assicuro che questa non è un numero campato in aria: da quando ho scelto di applicare la teoria del Principio di Pareto alla mia attività, i risultati li ho notati eccome.